Continuando…

Continuando…il nostro viaggio nello Spazio-Tempo, attraverso valli e monti, deserti e giardini, isolamenti e stordimenti da folla, vittorie e sconfitte, morti e nascite, orizzonti aperti e box asfissianti; siamo  noi a bordo di una Arcanave, metaforica e reale, tecnologica e primordiale, superluminare e lumaca, robusta e delicata, stimolante e rassicurante, semplice e misteriosa.

Siamo noi arcanauti del vivere, tra fantafinanza scombussolata, confusione politica internazionale, scoperte scientifiche  epocali. Vogliamo esserci per esserci e capire; senza rivoluzionare…, solo capire dove é il nord di tutto il Reale, per esserene l’anima, lo scopo e farsi trascinare da esso nel modo più giusto e vero possibile. Siamo nazioni che vogliono trovare se stesse, continenti che desiderano trovare il loro giusto rapporto tra loro. Siamo la Luna che attende malinconica e misterioa nel cielo, apparentemente tra le stelle tutte. Siamo il futuro che vuole farsi abbracciare dal passato confortato finalmente dai dolori passati alla speranza. Siamo le ingiustite, risorte a giustizia, siamo il sole che brucia di vita, incurante ad ogni male , bruciandolo con il suo calore senza nessuna pietà.

Siamo la natura che con i suoi ritmi naturali, costruiti in millenni di evoluzione non si arrende alla furia irresponsabili di chi vuole sconvolgerla. Siamo, i bambini, gli adulti e gli anziani, siamo i vivi e coloro che hanno già vissuto e coloro che vivranno. Siamo Uno, perchè il nostro Cuore è Uno, anche se tormentato e frammentato è Uno, perchè la Nostra Intenzione è Una ed Una resterà per sempre in qualsiasi dimenione evolveremo. Questo, perchè quì siamo l’Arcanave, e quì si parla il Linguaggio Vero, mai sentito prima in questa pienezza; dobbiamo continuare, perchè altrove non c’è posto per questo Sogno che è l’anima che trascina tutto il Reale.

La maggioranza si perde per i vicoli dell’esistenza, perdendo di vista l’orizzonte che appaga; si perde nei milli cavilli del quotidiano, rimanendo prigionieri di ciò che passa. Dove si possono ascoltare parole che arrivano al fondo del cuore? Chi passa di quì, è sua responsabilità tornare, perchè l’Uomo che è in lui capisce che è giusto farlo.

E anche mercoledi 17 febbraio, sareme uniti, sempre tra le 21.30-22, mentalmente, come un Altare Vivo a celebrare questa Verità- Sogno.

Continuando…ultima modifica: 2016-02-16T19:15:35+00:00da ultrainternet
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento