Trio

 

Chi è più maturo, un padre o un figlio? Chi tra i due è più vicino al vero, chi guida, chi vive di più?

Perché ci sono i padri ed i figli? A chi rendono conto, da chi si fanno aiutare, cosa li guida, come possono differire nelle varie situazioni caratteriali e situazionali? E’ importante questo rapporto, rispetto a cosa? Se nella vita manca, cosa viene a mancare? Da cosa può essere sostituito? Nel corso dei secoli cosa cambia e cosa resta della sua essenza? E’ una metafora di qualcosa di più universale? Ma chi lo ha inventato? Ha fatto bene? Un giorno, non esisterà più? Come sarebbe la società se questo rapporto non ci fosse? E’ possibile un bambino senza un padre? Chi è un padre? Chi è un bambino? Da soli chi sono? Insieme chi sono? E una madre è un terzo incomodo? Ma che senso ha questo trio? Quali ne sono le dinamiche? Come funziona questo trio? E’ una forzatura, un non senso, una trovata, un fatto scontato, un mistero, una cavolata, una sorgente, una fine, un capolavoro, un tassello di un mosaico?

Mercoledì 12, sempre tra le 21.30-22, saremo idealmente insieme sull’Arcanave ad ‘entrare’ insieme nelle dinamiche di  questo trio, per guardare oltre…

Trioultima modifica: 2014-02-11T23:06:20+00:00da ultrainternet
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Divenire della Vita. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento